Selenio

Il selenio, come oligoelemento essenziale ed antiossidante  biologico, ha un ruolo di fondamentale importanza nel nostro organismo.

Esso aiuta a mantenere l’elasticità dei tessuti coinvolti nella sintesi di molti ormoni, ha un ruolo positivo nell’eliminazione e prevenzione contro la forfora e stimola l’aumenta degli spermatozoi nel liquido seminale  e quindi, migliora la fertilità maschile. Come un potente antiossidante, il selenio aumenta la resistenza dell’organismo e interagisce con la vitamina E.

Buone fonti naturali di selenio sono i frutti di mare, uova, carne di pollo e nel lievito, seppur in quantità minore. Il selenio è presente nei cereali, germe di grano, aglio, cipolle, pomodori, frutta fresca e riso. Tuttavia, il contenuto di selenio nelle risorse naturali è molto variabile e dipende soprattutto dalla disponibilità di esso nel suolo d’originr di questi alimenti. Le piante ricche di selenio sono accessibili in particolare in alcune zone degli Stati Uniti, il Canada, l’Asia Centrale e in Australia, mentre l’ Europa, ha un suolo agricolo meno ricco e di conseguenza, anche gli alimenti naturali contengoono meno selenio.

Grazie ai metodi moderni di produzione, oggi giorno si riesce a produrre una grande quantità di prodotto su superfici coltivabili ridotte, ma le piante cosi coltivate sono spesso povere di nutrienti necessari, tra cui il selenio. Pertanto, se il cibo cresce sulla terra povera di selenio, anche i prodotti derivati saranno poveri di selenio. Per compensare la mancanza di selenio, è raccomandato l’uso supplementare sotto forma di integratori alimentari.

Come funzina selenio

Il selenio è una componente estremamente importante di molti enzimi e proteine del corpo, sopratutto di un enzima chiamato glutatione-peroxidases (GPX). Glutatione-peroxidase è un enzima che protegge le nostre cellule dai danni dei radicali liberi e sopratutto, contro gli effetti nocivi dei raggi ultravioletti. Con mancanza di selenio, si riduce anche l’attività di enxima GPX, il che può rappresentare un problema serio per il funzionamento del nostro organismo, in quanto può causare molti problemi di salute: malattie cardiovascolari e lo sviluppo di malattie asmatiche.

Selenio consente il normale funzionamento del fegato, partecipa alla sintesi delle proteine, protegge l’organismo da vari metalli pesanti che spesso vengano introdotti nel nostro corpo in maniera indiretta e non consapevole. Il selenio è un componente essenziale del sistema enzimatico che trasforma la tiroxina (T4) in triiodotironina (T3). Per la sua importanza nel funzionamento della tiroide e della sintesi degli ormoni tiroideii, è consigliabile  un consumo supplementare di selenio per le persone adulte, ma sopratutto, per le persone anziane. recenti ricerche hanno confermato il legame tra bassi livelli di selenio nel organismo ed il rapido declino delle capacità mentali e senilità.

Un adeguato apporto di selenio nel organismo  favorisce l’equillibrio ebenessere generale del nostro corpo e della nostra mente. Diversi studi hanno dimostrato che la mancanza di selenio nel organismo  può deteriorare il sistema immunitario. Per protteggere questo bene prezioso, e raccomandato un apporto maggiore di selenio nella dieta per rafforza i meccanismi di difesa del corpo.

La nostra salute, tuttavia, non dipende soltanto dal coretto apporto di selenio, ma anche di un’apporto sufficiente di frutta e verdura. Esso, in combinazione con vitamine e minerali come componenti vitali per il nostro benessere, svolge un’azione fortificante e l’assicura il normale funzionamento dell’organismo e la sua protezione efficace contro le malattie.