Cumino nero

Il CUMINO NERO (Nigella sativa) è una ricca fonte di acidi grassi essenziali. E’ usato  per alleviare  i vari disturbi gastrointestinali.  Nella nostra cultura,  è meno noto per le sue proprietà antiallerfiche.

Il tradizionale uso di olio di cumino nero è stato attribuito agli antichi Egizii, perchè una bottiglia  di  olio di cumino nero è stata trovata nella tomba di Tutankhamon. Nei paesi orientali e asiatici, l’olio di cumino nero egiziano è usato per secoli per i disturbi legati alle reazioni allergiche, quali: orticaria, bronchiti, asma, febbre da fieno, reumatismi, diarrea etc.

L’uso di olio di cumino nero come antiallergico è certamente molto gradito al  giorno d’oggi  per il numero elevato di  persone con sintomatologie da allergia.

Sul sistema immunitario

Il sistema immunitario  protegge il nostro corpo contro patogeni e sostanze estranee, che attaccano  dall’ esterno, grazie alla sua capacità di  riconoscere  e quindi  distruggere le cellule patologiche  o danneggiate del nostro corpo. Il sistema immunitario umano è formato da due sistemi distinti che collaborano in sinergia per sconfiggere virus e batteri mantenendo sano l’organismo.

Il sistema immunitario funziona cosi che provoca l’infiammazione, che a sua volta  agisce contro intrusi nocivi eliminandoli dal corpo. A causa di una risposta immunitaria troppo forte si  possono sviluppare delle allergie. Sull’efficacia della risposta del sistema immunitario influiscono molti fattori  sia interni che esterni; qualità della dieta quotidiana, flora intestinale è lo stato fisico e mentale di un individuo.

Il sistema immunitario è composto di organi, cellule e proteine  cui scopo è la difesa contro gli agenti esterni patogeni (batteri, virus, parassiti e funghi). Il presupposto obbligatorio  per il corretto funzionamento del sistema immunitario è la sua capacità di distinguere tra  il tessutto  proprie e quello straniero noto come tolleranza immunitaria. Un compito essenziale del sistema immunitario è quello di individuare e attaccare le cellule patologiche, spesso generate dal corpo stesso, quali  tumori benigni o maligni.

Nel corso della sua evoluzione, il nostro corpo aveva sviluppato due principali sistema di difesa: una generale, non specifica che agisce contro  agenti patogeni e sostanze estranee e una specifica che agisce contro agenti patogeni specifici. Entrambe le difese  lavorando congiuntamente e in sinergia.

Sulle allergie

Al giorno d’oggi, la nostra difesa fisica è minacciata da vari fattori esterni (radiazioni, sostanze chimiche, polveri sottili, stress, etc.) . La destabilizzazione del delicato sistema immunitario, può portare allo sviluppo di allergie di varia natura. Il sistema immunitario inizia ad attaccare le sostanze  non pericolose per l’ambiente e l’uomo come, per esempio, il pelo degli animali domestici. Questo attacco porta ad un’eccessiva risposta immunitaria,  che comporta  l’emissione secondaria di mediatori, tra cui l’istamina. Il risultato è un’eccessiva  promozione di attività  cellulare,cioè  gonfiore, lacrimazione  eccessiva degli occhi, starnuto e presenza del mucco nasale.

E’ noto che fattore ereditario può essere determinante per lo sviluppo di allergie. Oggi, ouna  persona su cinque soffre di  qualche forma di allergia. Le allergie, nel loro complesso, sono il risultato di una risposta ipersensibile del sistema immunitario nei confronti di agenti estranei, gli allergeni. L’intero sistema immunitario è costituito da cellule che debbano individuare, valutare, ed eventualmente distruggere le sostanze che vengono dall’esterno. T e B-cellule causano la  risposta immunitaria,  individuando attraverso  i recettori esterni le sostanze in entrata. La sostanza, che “porta” voto sufficiente  si chiama  antigene. Macrofagi “collegano” antigeni e  gli “presentano” alle cellule T  che attivatno,  a sua volta,  la produzione di linfochini. Linfochina causa la proliferazione dei vasi sanguigni e aumenta  ril gonfiore, bruciore etc.

Nel sistema immunitario intatto le cellule T possono distinguere facilmente le sostanze  innocue da quelle pericolose e nocive. Se questa capacità delle cellule T dovesse mancara , la ridotta capacità delle cellule a riconoscere le proprietà degli agenti esterni, può portare a reazioni allergiche.

Come funziona olio di cumino nero

Olio di cumino nero è estremamente ricco di acidi grassi essenziali  di alta qualità . Acidi grassi essenziali sono sostanze nutritive tscoperte  nel 1929. L’organismo non è in grado di produrli, come le vitamine, ma devono essere introdotti con l’alimentazione. Gli acidi grassi  essenziali più importanti  sono acido lonoleico e  acido alfa-linolenico.

Gli acidi grassi essenziali sono contenuti nelle cellule delle  membrane cellulari e nelle cellule dei tessuti del corpo umano  e sono di vitale importanza nella regolazione di varie funzioni biologiche delle membrane e nella formazione di prostaglandina.

Acido linoleico è la sostanza  base  per la successiva estensione enzimatica degli acidi grassi a catena. Con l’aiuto di acido gamma-linolenico si forma acido  arachidonico, un’ iacido importante per molte funzioni biologiche. Dall’ acido  arachidonico si formano prostaglandine – “ormoni ad azione localizzata” – che influenzano importanti eventi fisiologici: l’espansione delle vene,  miglioramento della circolazione sanguigna, abbassamento della pressione  sanguigna, incide sul processo infiammatoro in molti organi del corpo. etc. L’inibizione della sintesi delle prostaglandine è il meccanismo d’azione di una classe di farmaci antiflogistici, antipiretici e analgesici a cui appartengono comuni farmaci come l’ibuprofene e l’acido acetilsalicilico.

L’ acido linoleico riduce il rischio di trombosi e l’infarto. E’ molto importante nella formazione delle cellule e dei globuli rossi,  regola la pressione arteriosa e aiuta a mantenere sana la pelle. L’ acido  linoleico  mantiene  molte funzioni mentali.

Con una dieta sana, l’assunzione di acido linoleico può essere compensato, anche se solo in parte, da acido oleico, e quindi evitare  una carenza seria che possa causare degli  effetti  negativi sul nostro organismo. Nella pelle umana l’ acido  linoleico si trova  nel tessutto corneo, ossia  nella parte superficiale  della pelle , nota come Ceramide.  Le funzioni meglio note della ceramide come segnalatori cellulari concerne la differenziazione, proliferazione e morte programmata delle cellule. Cattivo funzionamento della ceramide, potrebbe agevolare la perdita d’acqua transepidermale (cosiddetto TEWL) con le conseguenze visibili sulla pelle che può diventare secca, ruvida e di un colore malsano. Infine, può portare ad avere una rapida perdita di capelli e disturbi nel funzionamento delle ghiandole.

Un corretto apporto di acido linoleico può aiutare contro le patologie della pelle causate da  ustioni solari , ustioni chimiche, fisiche o microbiche ed  altre ustioni, in quanto favorisce il ripristino della pelle danneggiata. Integratori alimentari contenenti acido linoleico possono aiutare contro i disturbi cutanei più diffusi: acne, cicatrici ed altri disturbi della pelle.

Nei soggetti atipici, acido gamma-linolenico da solo, può aiutare a regolamentare  il  funzionamento  delle membrane cellulari e il rilascio di mediatori allergici. Acido gamma-linolenico  può aiutare coloro  che soffrono di allergie, limitando  l’eccessivo funzionamento di cellule T e  può prevenire  un’  aumento  patologico della secrezione di succhi corporei come  reazione immunologica causata dalle cellule B. Eccessiva produzione degli anticorpi della classe  IgE,  forme specifiche di anticorpi che si sviluppano in allergie, si  normalizza.

Persone con allergie al cibo dovrebbero introdurre quotidianamente una sufficiente quantità di acidi grassi essenziali, soprattutto acido gamma-linolenico. A lungo termine, la somministrazione di integratori alimentari di acidi grassi insaturi in forma di olio di cumino nero può migliorare i sintomi delle allergie nel 90% dei casi.

In Asia e in altre regioni orientali, l’olio di cumino nero sta diventando sempre più importante nel trattamento contro le allergie. Azione anti-allergica del   timochinone, contenuto nel cumino nero e  nel suo   derivato,  nigelone, è molto  utile nel processo di  preparazione ottimale del sistema immunitario, ad affrontare  un periodo di elevato rischio allergenico. Assunzione di  integratori  dovrebbe iniziare almeno 12 settimane prima di un’ eventuale espozizione agli  allergeni. Gli studi clinici che riguardano gli effetti positivi di olio di cumino nero per alcune condizioni reumatiche ,sono ancora oggetto di molte discussioni dei gruppi di esperti ..

Le sostanze attive contenute nell’olio di cumino nero stimolano  le attività dello stomaco e dell’intestino inibendo quindi la crescita dei batteri che causano cattiva digestione degli alimenti e lquindi, gonfiore o crampi addominali. E’ utile anche contro i parassiti intestinali. Per le madri , invece , l’olio di cumino nero può promuovere la secrezione di latte.

Bibliografia:

  • Ali, B. and Blunden, G. (2003): Pharmacological and Toxicological Properties of Nigella sativa, Phitother. Res. 17:299-305
  • Kalus, U. et al (2003): Effect of Nigella sativa (Black Seed) on Subjective Feeling in Patients with Allergic Diseases, Phitother. Res. 17:1209-1214
  • Al-Ghamdi, M. (2001): The Anti-Inflammatory, Analgesic and Antipyretic Activity of Nigella sativa, Journ.Ethnopharm. 76:45-48
  • Khan, M. (1999): Chemical Composition and Medicinal Properties of Nigella sativa Linn., Inflammopharm. 7:15-35