Aglio

L’aglio è una delle poche piante universalmente conosciuta per le sue  numerose attività terapeutiche. Contiene potassio, fosforo, relativamente grande quantità di vitamine B e C, come pure calcio, proteine ed alcuni componenti specifici che possono fare molto per la nostra salute.

Come funziona l’aglio
L’aglio è caratterizzato da un ampio spettro di attività. Tra i 200 diversi principi attivi presenti nell’ aglio, all’alicina si attribuisce maggior importanza per le sue proprieta’ ed e’ la sostanza responsabile per il suo caratteristico odore spiacevole. Conosciuto sin dai tempi antichi per le sue proprietà curative e’ considerato uno dei piu’ efficaci farmaci offerti dalla natura, e’ utile nella cura di un’ampia gamma di disturbi: problemi respiratori, cardiovascolari, problemi della pelle, del sangue, dell’ intestino e molto altro. Esso svolge inoltre, un’efficace azione preventiva nel trattamento contro le alterazioni vascolari dovute all’età (arteriosclerosi), aumenta la circolazione del sangue migliorando l’afflusso di sangue alla retina, importante per la vista nelle persone anziane, oltre a ridurre la presenza del grasso nel sangue. Grazie al contenuto di vitamina C, potassio, selenio, silicio e zolfo, l’aglio è in grado di stimolare il sistema immunitario, rafforzare le ossa, migliorare lo stato della pelle, dei capelli e delle unghie. Agisce anche come antiossidante.

L’aglio sarebbe inoltre dotato di un’azione antibiotica contro batteri, e varie malattie  ed infezioni virali o micotiche quali congestione nasale, influenza, gastroenterite, infiammazione della bocca ed herpes. Il consumo di aglio può agevolare l’eliminazione delle secrezioni mucose dell’apparato respiratorio, alleviare i dolori addominali, ridurre la pressione arteriosa, eliminare fastidiosi parassiti intestinali e normalizzare il livello di lipidi plasmatici. Dopo il pasto, l’aglio attenua l’aumento del livello di zucchero nel sangue aiutando in particolare i malatti diabetici.

Sugli effetti farmacologici dell’aglio sono stati scritti in un gran numero di articoli scientifici. I vari studi effettuati sugli animali e sull’uomo, hanno confermato l’efficacia dell’aglio nella concentrazione dei lipidi nel plasma, aumento della pressione arteriosa e l’aggregazione piastrinica nel processo di omeostasi.
Il consumo di aglio crudo (cotto perde la gran parte delle sue proprietà) puo causare problemi con la digestione, nonchè disagio causato dall’intenso odore sgradevole rilasciato al momento della sua assunzione. L’assunzione dell’aglio come integratore alimentare in forma di capsule, rappresenta un ottima soluzione per risolvere il problema dell’alitosi in quanto il contenuto nelle capsule viene rilasciato soltanto nell’intestino.

Bibliografia:

  • Aglio. Uso dell’Aglio in fitoterapia. 2001. A. Umek, Revija Herbika, Febbraio, 2001.
  • Aglio. La ricerca sulla stabilità dell’alicina . 2002. Revija Herbika, Maggio, 2002.
  • Mantenere la salute con le vitamine, i minerali, le erbe ed alimenti sani . 1997. E. Mindell, Mladinska knjiga.